Piano scolastico per la Didattica Digitale Integrata

IL CONSIGLIO D’ISTITUTO

___________________________________

VISTO il D.Lgs. 16 aprile 1994, n. 297, Testo Unico delle disposizioni legislative vigenti in materia di Istruzione, relative alle scuole di ogni ordine e grado;

 

VISTO il D.P.R. 8 marzo 1999, n. 275, Regolamento dell’autonomia scolastica;

 

VISTA la Legge 13 luglio 2015, n. 107, Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti;

VISTO il D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81, Testo Unico in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro;

 

VISTA la Legge 22 maggio 2020, n. 35, Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19;

VISTA la Legge 6 giugno 2020, n. 41, Conversione in legge con modificazioni del decreto-legge 8 aprile 2020,

n. 22, recante misure urgenti sulla regolare conclusione e l’ordinato avvio dell’anno scolastico e sullo svolgimento degli esami di Stato;

 

VISTO il D.M. 26 giugno 2020, n. 39, Adozione del Documento per la pianificazione delle attività scolastiche, educative e formative in tutte le Istituzioni del Sistema nazionale di Istruzione per l’anno scolastico 2020/2021 (Piano scuola 2020/2021);

VISTO il D.M. 7 agosto 2020, n. 89, Adozione delle Linee guida sulla Didattica digitale integrata, di cui al Decreto del Ministro dell’Istruzione 26 giugno 2020, n. 39;

 

VISTO il Protocollo d’intesa per garantire l’avvio dell’anno scolastico nel rispetto delle regole di sicurezza per il contenimento della diffusione di COVID-19 del 6 agosto 2020;

CONSIDERATE le Linee guida e le Note in materia di contenimento della diffusione del SARS-CoV-2 in ambito scolastico e l’avvio in sicurezza dell’anno scolastico 2020/2021 emanate dal Comitato Tecnico- Scientifico e dai diversi Uffici Scolastici Regionali;

 

CONSIDERATA l’esigenza primaria di garantire misure di prevenzione e mitigazione del rischio di trasmissione del contagio da SARS-CoV-2 tenendo conto del contesto specifico dell’Istituzione scolastica;

 

CONSIDERATA l’esigenza di garantire il diritto all’apprendimento degli studenti nel rispetto del principio di equità educativa e dei bisogni educativi speciali individuali;

CONSIDERATA l’esigenza di garantire la qualità dell’offerta formativa in termini di maggior integrazione tra le modalità didattiche in presenza e a distanza con l’ausilio delle piattaforme digitali e delle nuove tecnologie in rapporto all’esigenza di prevenire e mitigare il rischio di contagio da SARS-CoV-2,

 

 

DELIBERA

 

l’approvazione del presente Piano Scolastico per la Didattica digitale integrata (DDI).

 

INDICE

 

Premessa

 

Finalità della didattica digitale integrata(DDI)

Art.1: Organizzazione delle lezioni a distanza

Art.2: Norme comportamentali

Art.3: Rapporti con le famiglie

Art.4: Riunioni degli organi collegiali in video conferenza

Art.5: Provvedimenti disciplinari

 

PREMESSA

 

Ogni istituzione scolastica del Sistema nazionale di istruzione e formazione definisce le modalità di realizzazione della didattica digitale integrata in presenza (DDI) e a distanza (DAD), intesa come metodologia innovativa di insegnamento - apprendimento, rivolta in caso di affiancamento della giornata scolastica in presenza o in caso di nuovo lockdown, agli alunni di tutti i gradi di scuola, secondo le indicazioni impartite nel documento “Linee guida per la Didattica digitale integrata”.

La progettazione della didattica in modalità digitale deve tenere conto del contesto e assicurare la sostenibilità delle attività proposte e un generale livello di inclusività, evitando che i contenuti e le metodologie siano la mera trasposizione di quanto solitamente viene svolto in presenza.

Per Didattica digitale integrata in presenza (DDI) e a distanza (DAD) si intende la metodologia innovativa di insegnamento-apprendimento, rivolta a tutti gli studenti dell’Istituto Maria Immacolata, come modalità didattica complementare che integra o che sostituisce in condizioni di emergenza, la tradizionale esperienza di scuola in presenza con l’ausilio di piattaforme digitali e delle nuove tecnologie, rendendo obbligatoria sia l’attenzione alle attività in presenza (seguendo le indicazioni del diario scolastico e in parallelo riportate sul registro elettronico), sia la presenza in live degli alunni e giustificando in caso di assenza, sia  l’utilizzo attivo e puntuale delle lezioni asincrone e delle consegne richieste (seguendo le indicazioni del registro elettronico).

 

 La DDI / DAD è orientata anche agli alunni che presentano fragilità nelle condizioni di salute, opportunamente attestate e riconosciute, consentendo a questi per primi di poter fruire della proposta didattica dal proprio domicilio, in accordo con le famiglie.

 

DIDATTICA DIGITALE INTEGRATA

 

La DDI consente di integrare e arricchire la didattica quotidiana in presenza.

In particolare, la DDI è uno strumento utile per:

 

  • la condivisione dei materiali didattici a supporto della dialettica di apprendimento fra docente e studente, nonché delle famiglie che ne seguono il percorso scolastico;

 

  • gli approfondimenti disciplinari e interdisciplinari;

 

  • la personalizzazione dei percorsi e il recupero degli apprendimenti;

 

  • lo sviluppo di competenze disciplinari e personali;

 

  • rispondere alle esigenze dettate da bisogni educativi speciali (disabilità, disturbi specifici  

dell’apprendimento, svantaggio linguistico,etc.).

 

Per quanto concerne modalità, strumenti, consegne, valutazioni, contatti con il docente, regolamenti, interventi educativi, ecc si rimanda a quanto stabilito per la DAD.

 

DIDATTICA A DISTANZA

La DAD è lo strumento didattico che consente di garantire il diritto all’apprendimento degli alunni in caso di nuovo lockdown, in caso di quarantena, isolamento fiduciario di singoli insegnanti, alunni, che di interi gruppi classe.

La DAD sarà pertanto strumento per raggiungere anche il singolo o il gruppo di alunni costretto in quarantena o isolamento: in tal caso la modalità di fruizione garantirà il completamento delle stesse unità didattiche svolte dai compagni in presenza, o nella singola giornata o  nell’arco della settimana, attraverso la selezione da parte del team docenti dei materiali da proporre alternativamente fra le discipline (video lezione del docente o acquisita da altra fonte, scheda, lavoro interattivo, ecc).

Le attività di didattica a distanza (DAD) possono essere distinte in due modalità, che concorrono in maniera sinergica al raggiungimento degli obiettivi di apprendimento e allo sviluppo delle competenze personali e disciplinari:

 

Attività sincrone, ovvero svolte con l’interazione in tempo reale tra gli insegnanti e il gruppo di studenti:

 

  • CLASSI PRIMARIA (in caso di isolamento dell’intera classe): assicurando 10 ore settimanali per la classe prima e 15 ore settimanali per le altre classi della scuola primaria, con la seguente divisione oraria:

 

  • Le materie suddette e le restanti discipline verranno distribuite all’ interno dell’orario predisposto per le lezioni asincrone.

  • Durante le giornate dedicate alle lezioni sincrone, verranno pubblicati solo i materiali corrispondenti.

  • Il team docenti valuterà di rimodulare in itinere, secondo le eventuali necessità, la distribuzione dell’orario settimanale

  • Ogni docente valuterà lo strumento idoneo a verificare e valutare la comprensione delle singole discipline (interrogazioni orali, compiti a casa, elaborati pratici, test scritti, ecc)

 

  • CLASSI PRIMARIA (in caso di un singolo alunno o di un gruppo di alunni della classe): assicurando 4 ore settimanali di lezione sincrone distribuite tra i vari docenti (e il restante monte ore ripartito nelle attività asincrone).

 

  • SEZIONI INFANZIA: ritenendo la non obbligatorietà della DAD, la scuola dell’infanzia si impegna  a garantire durante la stessa tre live a settimana mirate prioritariamente a mantenere la relazione tra l’insegnante e il bambino. Saranno proposte attività volte al raggiungimento degli obiettivi previsti dalla programmazione.

 

 

Attività asincrone, ovvero senza l’interazione in tempo reale tra gli insegnanti e il gruppo di studenti. Sono da considerarsi attività asincrone le attività strutturate e documentabili, svolte con l’ausilio di strumenti digitali, quali l’attività di approfondimento individuale o di gruppo con l’ausilio di materiale didattico digitale fornito o indicato dall’insegnante; la visione di video lezioni, documentari o altro materiale video predisposto o indicato dall’insegnante; esercitazioni, risoluzione di problemi, produzione di relazioni e rielaborazioni in forma scritta/multimediale o realizzazione di artefatti digitali nell’ambito di un project work.

- PER LA SCUOLA PRIMARIA:

  • Le video lezioni dell’insegnante dedicate alle spiegazioni degli argomenti avranno una durata massima di 15 minuti; nel caso in cui fosse necessario, si riserva la possibilità di suddividere l’Unità Didattica in più video lezioni sempre da 15 minuti l’una.

  • Potranno essere utilizzati ulteriori video/materiali a supporto, completamento, sostituzione delle spiegazioni tramite video lezione e esercitazioni interattive con correzione automatica.

  • La correzione degli elaborati (compiti a casa, test, esercitazioni, ecc) verrà eseguita in varie modalità: consegna individuale, autocorrezione (fornita dalla docente) correzione automatica da remoto.

  • La tempistica di interazione con il docente sarà possibile dal lunedì al venerdì e potrà essere simultanea (durante i LIVE), tramite chat personale, tramite mail istituzionale, tramite colloqui su appuntamento.

  • La consegna dei compiti da parte degli alunni dovrà avvenire dal lunedì al venerdì nei tempi previsti dal docente: un lasso di tempo stabilito oppure entro e non oltre l’arco della giornata prevista dall’insegnante (ad esempio “lunedì 15 aprile entro le 16:00). In via ordinaria non verranno assegnata attività da un giorno all’altro.

 

  • SEZIONI INFANZIA: Le insegnanti della scuola dell’infanzia, al fine di garantire il raggiungimento degli obiettivi durante la DDI/DAD, stabiliranno l’utilizzo di differenti metodologie, strumenti e strategie come per esempio filastrocche, video, schede operative, attività manuali, link, canzoncine ecc..

INTERVENTI EDUCATIVI

I comportamenti non conformi al Regolamento scolastico, che si prefigurano come:

  • gravi fatti documentati e testimoniati inerenti la mancanza di rispetto verso i compagni, gli insegnanti e il personale della scuola;

  • fatti gravi che turbino l’attività didattica o che mettano a rischio l’incolumità degli alunni e/o del personale;

 

saranno soggetti a interventi educativi graduati stabiliti di volta in volta dalle autorità competenti e nel rispetto delle vigenti norme:

  1. richiamo orale (docente di classe);

  2. comunicazione scritta alla famiglia (docente di classe);

  3. convocazione dei genitori tramite colloquio telefonico o on line (coordinatore di classe o team docente);

  4. convocazione dei genitori e dell’alunno ad un colloquio con il Coordinatore Didattico.

  5. sospensione dalle lezioni.

 

Gli insegnanti attueranno gli interventi previsti nel rispetto dell'individualità e personalità del bambino, garantendo all'alunno l’opportunità di esprimere le proprie ragioni e alla famiglia la possibilità di richiedere, in ogni momento, un colloquio chiarificatore con il docente interessato.

 

Per ciascun intervento mirato fa fede quanto esposto nella tabella disciplinare del regolamento d’istituto.

La proposta della DDI / DAD deve inserirsi in una cornice pedagogica e metodologica condivisa che promuova l’autonomia e il senso di responsabilità degli alunni e delle famiglie, e garantisca omogeneità all’offerta formativa dell’istituzione scolastica, nel rispetto dei traguardi di apprendimento fissati dalle Linee guida e dalle Indicazioni nazionali per i diversi percorsi di studio, e degli obiettivi specifici di apprendimento individuati nel Curricolo d’istituto.

I docenti per le attività di sostegno concorrono, in stretta correlazione con i colleghi, allo sviluppo delle unità di apprendimento per la classe curando l’interazione tra gli insegnanti e tutti gli alunni, attraverso la DAD, mettendo a punto materiale individualizzato o personalizzato da far fruire agli alunni con difficoltà in accordo con quanto stabilito nel Piano educativo individualizzato.

 

Per l’help desk si farà riferimento al regolamento di G Suite.

 

 

Art. 1-Organizzazione della didattica digitale

 

  1. I Team docenti e i Consigli di Classe predispongono un calendario giornaliero delle lezioni, rispettando, per quanto possibile, le indicazioni contenute nelle Linee guida.

 

  1. Tutte le materie curriculari sono svolte nell’ambito della DAD, in modalità sincrona o asincrona.

 

  1. L’attività di didattica a distanza in maniera sincrona può essere svolta, previo accordo tra docente e alunni, nel rispetto dell’orario didattico previsto.

 

  1.  Il team docenti valuterà la possibilità di rimodulare la programmazione didattica annuale e le attività quotidiane secondo le necessità del gruppo classe.

 

L’orario delle lezioni

 

Nel corso della giornata scolastica gli alunni in DAD, usufruiranno di una combinazione adeguata di attività in modalità sincrona e asincrona, per consentire di ottimizzare l’offerta didattica con i ritmi di apprendimento, avendo cura di prevedere sufficienti momenti di pausa.

 

  • Scuola dell'infanzia: l’aspetto più importante è mantenere il contatto con i bambini e con le famiglie. Le attività, oltre ad essere accuratamente progettate in relazione ai materiali, agli spazi domestici e al progetto pedagogico, saranno organizzate nelle proposte in modo da favorire il coinvolgimento attivo dei bambini. Diverse possono essere le modalità di contatto per mantenere il rapporto con gli insegnanti e gli altri compagni. Tenuto conto dell’età degli alunni, è preferibile proporre piccole esperienze, brevi filmati o file audio.

  • Scuola del primo ciclo: occorre assicurare almeno quindici ore settimanali di didattica in modalità sincrona con l'intero gruppo classe (dieci ore per le classi prime della scuola primaria), organizzate anche in maniera flessibile, in cui costruire percorsi disciplinari e interdisciplinari, nonché proposte in modalità asincrona secondo le metodologie ritenute più idonee.

Ogni incontro avrà la durata di 40 minuti, all’inizio di ciascuno dei quali verranno verificate la presenza degli alunni ed eventuali assenze. Il monte ore totale sarà suddiviso tra le varie discipline secondo la tabella già riportata.

Le attività LIVE potranno essere di rinforzo o approfondimento, previa lettura di materiali o non stabiliti dal docente, al fine di consolidare le unità didattiche o rinforzare l’uso di metodologie specifiche ( per esempio costruzione di una mappa, incolonnamenti operazioni, ecc)

Durante gli incontri, gli alunni saranno tenuti a mantenere un comportamento idoneo, secondo quanto regolamentato dalla tabella disciplinare sotto elencata.

 

La valutazione

 

  1. La valutazione deve fare riferimento ai criteri approvati dal Collegio dei docenti e inseriti nel Piano Triennale dell’Offerta formativa. Essa deve essere costante e garantire trasparenza e  tempestività.

 

  1. La valutazione è condotta utilizzando le stesse rubriche di valutazione elaborate all’interno delle, sulla base dell’acquisizione delle conoscenze e delle abilità individuate come obiettivi specifici di apprendimento, nonché dello sviluppo delle competenze personali e disciplinari, e tenendo conto delle eventuali difficoltà oggettive e personali, e del grado di maturazione personale raggiunto.

 

3. La valutazione degli apprendimenti realizzati con la DDI /  DAD degli alunni con bisogni educativi speciali è condotta sulla base dei criteri e degli strumenti definiti e concordati nei Piani didattici personalizzati e nei Piani educativi individualizzati.

 

 

GRIGLIA per i CRITERI di VALUTAZIONE DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE A DISTANZA

 

Art. 2 -Norme comportamentali

 

  1. I docenti utilizzano la piattaforma del registro elettronico AXIOS e quella di G SUITE FOR  EDUCATION;

qualora dovessero prolungarsi le tempistiche di formazione del personale e di adozione, sia della nuova piattaforma sia del nuovo registro elettronico prescelti dalla scuola, si ritiene opportuno non creare discontinuità di servizio e pertanto ci si riserva la possibilità di proseguire gli adempimenti scolastici dell’anno 2020 – 21 tramite l’uso di CALENDAR come registro elettronico e di WESCHOOL come piattaforma per la DDI / DAD.

 

  1. I docenti hanno cura di evitare sovrapposizioni e un peso eccessivo dell’impegno on-line, alternando la modalità sincrona (partecipazione in tempo reale in aule virtuali) con la modalità asincrona (fruizione autonoma in differita dei contenuti e svolgimento dei compiti).

 

  1. I docenti annotano sul registro elettronico, gli argomenti trattati, i compiti assegnati e le valutazioni.

  2. Punto di riferimento fondamentale per gli alunni con disabilità è il Piano Educativo Individualizzato (PEI) il cui stato di realizzazione i docenti avranno cura di monitorare, attraverso feedback periodici. Per gli alunni per i quali è predisposto un Paino didattico Personalizzato (PDP) , valgono gli obiettivi ivi segnalati, fermo restando la possibilità di modifiche ed integrazioni da concordare con le famiglie.

 

  1. Gli alunni hanno il dovere di partecipare alle live collegandosi con puntualità, tenere la videocamera aperta e aprire il microfono qualora venga loro richiesto; devono rimanere presso la propria postazione fino al termine della video lezione; per urgenti necessità possono assentarsi temporaneamente, previa comunicazione al docente interessato.

 

  1. Gli alunni durante le lezioni devono mantenere un comportamento appropriato ( evitare di mangiare e bere, sedersi in modalità composta, munirsi del materiale richiesto, ecc) evitando di usare impropriamente la comunicazione sincrona (uso scorretto della chat scritta durante le live,  ecc.).

  2. È vietata, se lesiva, la pubblicizzazione, anche sul web, di immagini audiovisive afferenti alle attività didattiche e, in particolare, riferite al personale docente o agli alunni.

  3. È vietato l’utilizzo della piattaforma fornita dalla scuola per finalità differenti da quelle didattiche e non conformi alle indicazioni fornite dai docenti.

  4. È obbligatorio indossare la divisa scolastica durante le lezioni sincrone

 

 

 INDICATORI DI VALUTAZIONE:

 1. Responsabilità personale,

  2. Rispetto degli altri e delle diversità, 

3. Rispetto dell’ambiente e delle cose, 

4. Consapevolezza del valore delle regole.

 

GRIGLIA per i CRITERI la VALUTAZIONE DEL COMPORTAMENTO DURANTE LA DAD

Art. 3 - Rapporti con le famiglie

 

  1. Le comunicazioni con i genitori avvengono tramite formale contatto diretto dei docenti disciplinari, del docente coordinatore e del coordinatore didattico dell’istituto.

  2. Le famiglie hanno il dovere di supportare la scuola nell’espletamento della DDI / DAD, utilizzando tutti gli strumenti informatici (PC, stampante, tablet, smartphone) e un corredo scolastico completo (risma di carta, squadre, colori, ecc).

  3. Le famiglie sono tenute a garantire la regolarità della prestazione dei propri figli.

 

  1. Il genitore e/o persona terza che registri la lezione svolta a distanza dal docente va a violare il principio costituzionale della libertà d’insegnamento del docente nell’esercizio delle sue funzioni, nonché le norme di riservatezza dei dati.

 

Art. 4 - Riunioni degli organi collegiali in video conferenza

 

È previsto lo svolgimento delle sedute degli organi collegiali in videoconferenza, utilizzando la piattaforma GSUITE che permette l’organizzazione e lo svolgimento di riunioni in sicurezza, limitando la partecipazione ai soli utenti registrati e garantendo la riservatezza dei lavori.

La suddetta piattaforma permette, inoltre, di tracciare la partecipazione degli utenti e di verificarne il collegamento.

 

  1. Svolgimento delle sedute

 

Le sedute degli organi collegiali sono aperte e chiuse dal Presidente, che ne regola lo svolgimento e può, ove lo ritenga necessario, sospenderle motivatamente in qualsiasi momento. Il Presidente è assistito da un Segretario verbalizzante. È compito del Segretario della seduta verificare, preliminarmente alla trattazione dei punti all’ordine del giorno, la presenza del numero legale dei partecipanti. Per la validità della riunione telematica restano fermi i requisiti di validità richiesti per la riunione ordinaria:

 a) Regolare convocazione di tutti i componenti, comprensiva dell’elenco degli argomenti all’ordine del giorno;

 b) Partecipazione alla consultazione almeno della maggioranza dei convocati.

  1. Problemi tecnici di connessione

 

  1. Nell’ipotesi in cui nell’ora prevista per l’inizio delle riunioni o durante lo svolgimento delle stesse, vi siano dei problemi tecnici che rendano impossibile il collegamento, si darà ugualmente corso all’assemblea, se il numero legale è garantito, considerando assente giustificato il componente dell’Organo che sia impossibilitato a collegarsi in videoconferenza. Se il numero legale non è garantito, l’adunanza dovrà essere rinviata ad altro giorno.

 

  1. Nel caso in cui, durante una votazione, si manifestino dei problemi di connessione, e non sia possibile ripristinare il collegamento in tempi brevi, il Presidente ripete la votazione dopo aver ricalcolato il quorum di validità della seduta e della conseguente votazione, tenuto conto che il/i componente/i collegato/i in videoconferenza sono considerati assenti giustificati.

 

Art. 5 - Provvedimenti disciplinari


REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DEGLI ALUNNI DELL’ INFANZIA E DEL PRIMO CICLO – DAD

___________________________________

Indice Premessa

Codice disciplinare

 

Premessa

 

Ai sensi del D.P.R. n. 249 del 24/06/1998, del D.P.R. n. 235 del 21 novembre 2007 e delle disposizioni in materia di emergenza sanitaria da CIVID -19 sono richiamati i diritti e i doveri degli alunni.

 

  1. Google Meet e, più in generale, Google Suite for Education, possiedono un sistema di controllo molto efficace e puntuale che permette all’amministratore di sistema di verificare quotidianamente i cosiddetti log di accesso alla piattaforma. È possibile monitorare, in tempo reale, le sessioni di videoconferenza aperte, l’orario di inizio/termine della singola sessione, i partecipanti che hanno avuto accesso e il loro orario di ingresso e uscita. La piattaforma è quindi in grado di segnalare tutti gli eventuali abusi, occorsi prima, durante e dopo ogni sessione di lavoro.

 

  1. Gli account personali sul Registro elettronico e sulla Google Suite for Education sono degli account di lavoro o di studio, pertanto è severamente proibito l’utilizzo delle loro applicazioni per motivi che esulano le attività didattiche, la comunicazione istituzionale della Scuola o la corretta e cordiale comunicazione personale o di gruppo tra insegnanti, alunni, nel rispetto di ciascun membro della comunità scolastica, della sua privacy e del ruolo svolto.

 

  1. In particolare, è assolutamente vietato diffondere immagini o registrazioni relative alle persone che partecipano alle live, disturbare lo svolgimento delle stesse, utilizzare gli strumenti digitali per produrre e/o diffondere contenuti osceni o offensivi, entrare nelle aree digitali senza autorizzazione e/o presenza da parte del coordinatore di classe o d’ istituto. 

 

 

  1. Il mancato rispetto di quanto stabilito nel presente Regolamento da parte degli alunni può portare all’attribuzione di note disciplinari e all’immediata convocazione a colloquio dei genitori, e, nei casi più gravi, all’irrogazione di sanzioni disciplinari con conseguenze sulla valutazione intermedia e finale del comportamento

 

Codice disciplinare

 

  1. Gli alunni hanno il dovere di partecipare alle lezioni collegandosi con puntualità sin dell’inizio della video lezione

  2. Le videocamere devono risultare aperte durante le lezioni, mentre il microfono sarà acceso qualora ne venga richiesto l’uso da parte del docente.

 

È vietato diffondere in rete o sui social le attività svolte sulla piattaforma anche in forma di foto, di riprese video o vocali; in particolare, è vietato diffondere le credenziali di accesso alle classroom e alle video lezioni ad alunni appartenenti ad altre classi o a utenti non appartenenti all’Istituto.

 

  1. È vietato insultare verbalmente o per iscritto i compagni.

 

  1. È obbligatorio segnalare immediatamente l’impossibilità di accedere al proprio account, l’eventuale smarrimento o furto delle credenziali personali o qualunque situazione che possa determinare un furto di identità.

 

  1. Eventuali atti configurabili come cyberbullismo, ove rilevati, sono puniti con la massima severità, tenendo presente quanto stabilito dal Regolamento d’Istituto.

  2. Qualunque comportamento difforme rispetto al Regolamento d’istituto e al Regolamento di disciplina nell’espletamento della DDI e DAD influisce sulla valutazione del comportamento e può generare, nel caso di illecito, responsabilità diretta disciplinare, civile e penale.

 

  1. La sanzione avrà come prioritaria finalità quella rieducativa. L’istituto non risponde, in alcun modo, verso altri alunni e/o terzi, delle violazioni da parte del singolo alunno, dei suoi responsabili genitoriali e/o comunque provenienti dal suo dispositivo o attraverso l’account/e-mail assegnata.

  2. L’istituto procederà a denunciare, d’ufficio, qualsiasi episodio illecito che dovesse comportare tale dovere, in base alla normativa vigente.

Istituto Maria Immacolata

Educare...è rendere felici gli alunni

in ogni momento della loro vita scolastica

© 2017 Istituto Maria Immacolata Ciampino - Missionarie Clarettiane