STIMOLAZIONE PRECOCE

Il nostro cervello umano è molto complesso e con una straordinaria capacità di adattarsi all'ambiente, ricordare e fare attenzione, ma l'idea che è flessibile e continua a crescere nel corso nel tempo, non è ancora del tutto nota e apprezzata dalla società. Per questo motivo il cervello fisico e il suo sviluppo non è incluso nella formazione ufficiale, per questo non si sta stimolando adeguatamente nel periodo di massima crescita tra 0 e 6 anni. La Stimolazione precoce, in questa fase, è la chiave per lo sviluppo di aree cerebrali, come afferma sperimentalmente il programma di base Glenn Doman Fondatore degli Istituti per lo Sviluppo del Potenziale Umano, 1955, il quale affermava: “Qualunque bimbo ha, nel momento della nascita una intelligenza potenziale maggiore di quella che Leonardo da Vinci ha utilizzato in tutta la sua vita”.

Le stimolazioni precoci sono l’insieme della attività che portiamo avanti per offrire ai bambini le migliori opportunità affinché il cervello sviluppi tutto il potenziale per il quale è stato preparato.

Il movimento è un'attività fondamentale nell'apprendimento perché aiuta a creare molte più connessioni nervose. "Il cervello cresce con l’uso” e “il movimento è la chiave".

Nella nostra scuola dell’Infanzia abbiamo introdotto il programma di eccellenza fisica di Glenn    e Bits di intelligenza. Questo programma fisico propone circuiti di movimento attraverso esercizi secondo lo schema incrociato: strisciare, gattonare, arrampicarsi e correre.

Lo scopo è che il bambino sviluppi

  • Il modello incrociato del sistema neuronale, unendo entrambi gli emisferi cerebrali;

  • Stabilire lateralità (Destro o sinistro)

  • Convergenza oculare che faciliterà la lettura

  • E di cogliere le competenze ad agevolare lo sviluppo della scrittura.

L’obiettivo finale del metodo Doman è lo sviluppo della persona in tutti i suoi ambiti.

Le attività di stimolazione precoce nella scuola si canalizzano attualmente attraverso due programmi:

 

Programma di Bits enciclopedici

Sono immagini che rappresentano qualsiasi espressione della cultura umana, (animali, fiori, utensili, figure geometriche ecc.) sviluppano la memoria e la capacità di attenzione. Si organizzano per categorie. Ogni categoria contiene 10 bits.

 

Programma di sviluppo di base

Aiuta ad ottenere una buona organizzazione neurologica. Possiede la facoltà di prevenire possibili difficoltà di apprendimento future.

Attività di base:

  • Trascinamento

  • Gattonare

  • Arrampicarsi

  • Camminare

  • Correre

 

 

  1. Il trascinamento viene eseguito su pavimentazione pulita e liscia. Consiste nell'avanzare di avanzare a schema incrociato senza staccare il tronco da terra.

  2. Il gattonare è una delle attività preferite dei bambini e li porta profitti più elevati: l’organizzazione corretta del cervello è il fondamento per prevenire future difficoltà di apprendimento. Il nostro cervello è diviso in due emisferi uniti da corpo calloso che è il modo di relazione tra gli emisferi, ed è vitale per eseguire operazioni complesse come la lettura (interpretare un codice e capire alla volta) per cui è necessario che i due emisferi lavorino insieme e in maniera coordinata. Questa operazione è stimolata attraverso strisciare e il gattonare. Questa attività consiste nello spostasi a quattro zampe attraverso il modello incrociato completo, vale a dire, i membri opposti si muovono in una sola volta (gamba destra e il braccio sinistro e la gamba sinistra ed il braccio destro).

  3. Gattonare consente di creare connessioni tra i due emisferi attraverso il corpo calloso. Favorisce i processi di convergenza oculare, nozione di vicino-lontano, orientamento spaziale e di autonomia personale.

  4. L’arrampicarsi è una funzione bimanuale. Consiste nello spostare il corpo con le mani per una scala, che si trova sopra il bambino. Lo scopo di questa funzione è la preparazione per il bambino di iniziare a scrivere potenziando la mano per tenere la matita. Dopo aver sviluppato la loro abilità manuale e aver raggiunto la capacità di arrampicarsi indipendente, il bambino avrà abbastanza controllo per scrivere. I benefici nel campo della scrittura sono sorprendenti, sviluppa destrezza manuale, permette una maggiore facilità e abilità nella scrittura, migliora la convergenza oculare permette, sviluppa la opposizione oculare, migliora la capacità polmonare di gestire qualsiasi situazione fisica, sviluppo muscolare superiore (bicipiti, tricipiti, deltoidi, pettorali trapezi e dorsali), migliora l'ossigenazione del cervello e garantisce la salute della colonna vertebrale.

  5. La corsa a queste età diventa già un desiderio, preferendo questa attività al camminare, perché amano provare l'emozione di movimento rapido. Tale è la sensazione quando corrono che inevitabilmente sorridono o piangono di gioia. Ogni giorno una sessione di corsa, per aumentare la velocità si possono utilizzare rampe, scale… È possibile includere diversi esercizi nel circuito: corsa a ostacoli, salto in alto, salto in lungo, sezioni gamba zoppa, capriole, passando attraverso i tunnel…

 

I benefici che abbiamo, strisciando, gattonando, arrampicando, e correndo sono che:

  • facilita lo sviluppo della forza e agilità,

  • migliora l'efficienza del sistema respiratorio,

  • sviluppa la coordinazione

  • migliora l'apporto di ossigeno al cervello,

  • matura la convergenza oculare,

  • aumento la velocità,

  • migliora la resistenza

E il bambino guadagna in determinazione e dominio sulla lateralità.

Istituto Maria Immacolata

Educare...è rendere felici gli alunni

in ogni momento della loro vita scolastica

© 2017 Istituto Maria Immacolata Ciampino - Missionarie Clarettiane